Archivio degli autori Coordinamento Dipsumdolls

DiCoordinamento Dipsumdolls

11/06/2019-La Europa de 1820-De la Restauraciòn a la Revoluciòn

Escuela Española de Historia y Arqueología en Roma
Roma, Via di Sant’Eufemia 13


En 1820 el miedo a la revolución vuelve a recorrer Europa. Después de la proclamación de la Constitución de Cádiz en España, el fenómenos se extiende hacia el Mediterráneo (Nápoles y Cerdeña) y hacia el Atlántico (Portugal). Las potencias del Congreso de Viena se alarman y muchas de ellas se ven en la necesidad de tomar la iniciativa para retomar el control de la situación. Austria, Rusia, Francia, Inglaterra,… deberán plantearse el momento que vive Europa. ¿Estamos ante un nuevo ciclo revolucionario? ¿Hay que formular de nuevo la Restauración sobre nuevas bases? ¿Cuál es el futuro al que se enfrenta Europa? Y América, ¿ha llegado el momento definitivo de la emancipación? Todas estas cuestiones serán objeto de análisis y discusión en el coloquio La Europa de 1820. De la Restauración a la Revolución.

Mañana
9:00
Presentación
José Ramón Urquijo (Consejo Superior de Investigaciones Científicas)
Carmine Pinto (Università di Salerno)
Pedro Rújula (Universidad de Zaragoza)

9:30
Presidencia: José Ramón Urquijo
Luigi Mascilli Migliorini  (Università degli Studi di Napoli «L’Orientale»)
Tra le rovine. Paesaggi rivoluzionari della Restaurazione
Antonino de Francesco (Università degli Studi di Milano)
Aspettando la rivoluzione. Leggere del 1820 nella Milano della Restaurazione (1820-21)

11:30
Presidencia: Pedro Rújula
Gian Luca Fruci (Università di Pisa)
L’(adu)nazione elettorale napoletana del 1820
Carmine Pinto (Università di Salerno)
La rivoluzione militare. Gli ammutinamenti del 1820-1821


Tarde
15:30
Presidencia: Carmine Pinto
Pedro Rújula (Universidad de Zaragoza)
1820, el rearme de la contrarrevolución
Javier Ramón Solans (Universidad de Zaragoza)
Entre Roma, el rey y la constitución. Las fidelidades del clero español en el Trienio liberal
Jean Philippe Luis (Université Clermont Aubergne)
Entre Restauración y revolución: la renovación de las élites del comercio internacional en el imperio español

17:30
Conclusiones


Locandina & Programma

DiCoordinamento Dipsumdolls

29/05/19-L’amore al tempo della guerra

Si può raccontare la storia del Novecento esaminando le lettere che si scambiavano due giovani innamorati? Si può disegnare una storia dei sentimenti riempiendo, così, di colore il passato e i suoi avvenimenti?


Campus di Fisciano (SA), DIPSUM, Edificio D3, Sala Biblioteca, Terzo piano, ore 10:30

La storia può essere raccontata facendo rivivere donne e uomini in carne e ossa. Come diceva Marc Bloch, lo storico è, in fondo, come l’orco delle favole che sente l’odore della carne umana. Perciò, mercoledì 29 maggio, dalle ore 10:30, nella Sala Biblioteca del DIPSUM (edificio D3, terzo piano), alternando all’intervento di professori della nostra Università (Rosa Maria Grillo, Maria Rosaria Pelizzari, Alfonso Tortora) un  reading di lettere (lette da Mariano Ciarletta e Annamaria De Simone), si parlerà di sentimenti, famiglia, vita quotidiana, desiderio di pace  attraverso una  fonte preziosa che viene esplorata all’interno del contesto sociale e culturale di un periodo difficile della storia italiana. L’occasione è data dalla presentazione del libro di Vincenzo Aversano “E così ti assicuro di me. Lettere di guerra e d’innocenza”, il libro è dedicato dall’Autore ai suoi genitori. Attraverso oltre 800 lettere, scritte dal padre e dalla madre del prof. Aversano, in gran parte tra, il 1931 e il 1943,  si   possono intravedere i grandi mutamenti storici e sociali che hanno contribuito, anche, alla nascita di una nuova cultura della sensibilità. Per cornice la civiltà rurale e la dolce-verde collina di Coperchia, paesino a ridosso di Salerno, da cui si irradia questo flusso cartaceo, incrociando angoli strategici del Mediterraneo italiano (La Spezia, Taranto, Napoli, Trieste-Istria) e africano (Tangeri, Tobruk, Bengasi).  Organizzano l’incontro l’OGEPO (Osservatorio interdipartimentale per gli studi di Genere e le Pari Opportunità), il CUG-UNISA  e la Cattedra di Storia Moderna del Corso di Laurea in Lettere – DIPSUM

DiCoordinamento Dipsumdolls

15-16/05/2019-La pasta e l’uomo

15-05-19, Aula Imbucci, 10.30
16-05-19, Osservatorio dell’Appennino Meridionale, 09.30

La pasta e l’uomo, una storia di tradizione e innovazione

Comitato scientifico
Stefano d’Atri, Università di Salerno
Manuela Militi, Università La Sapienza – Roma
Libero Sesti Osséo, Università di Salerno


Locandina


Programma

DiCoordinamento Dipsumdolls

Andrea Manzi

Andrea Manzi, giornalista, fondatore e direttore del quotidiano online SalernoSera, già redattore capo de “Il Mattino” di Napoli, ha fondato e diretto il quotidiano “la Città” ed è stato vice direttore del “Roma”.
Autore di saggi e di libri di poesia, scrive da anni per il teatro.

È co-autore di Gesù è più forte della camorra (Rizzoli, 2010; Europa Edizioni, 2018), dal quale ha tratto un testo teatrale che ha recentemente debuttato al Teatro Pasolini di Salerno.

Presiede l’associazione “Ultimi” per la legalità e contro le mafie.
Giornalisti all’inferno è la sua prima esperienza narrativa.

DiCoordinamento Dipsumdolls

20-21/03/19-Forme e pratiche di mobilitazione e violenza politica nell’Ottocento

Dottorato di Studi Letterari, Linguistici e Storici, Università degli Studi di Salerno
Dottorato in Storia, Archeologia, Storia delle arti Università di Napoli Federico II
Seminario di ricerche storiografiche


20 marzo, Napoli, BRAU

Dopo la rivoluzione. Le origini del discorso legittimista nel regno delle Due Sicilie
Marco Meriggi

Lo “spazio” borbonico. Una prospettiva storiografica
Carmine Pinto, Università degli Studi di Salerno

Politica rurale”, reti cospirative e repressione nelle Calabrie 1840-1846
Antonio Buttiglione, Istituto di Studi Storici,

21 marzo, Salerno, Aula Giuseppe Imbucci

Governare attraverso la polizia. Modelli e pratiche tra la restaurazione e l’unificazione nazionale

Laura di Fiore

La rivoluzione del 1848 a Napoli. L’immaginario politico radicale
Viviana Mellone

L’invenzione di un mito. Pontelandolfo e Casalduni, 1861-2019
Silvia Sonetti, Università degli Studi di Salerno


Il seminario è organizzato in forma congiunta dai programmi di dottorato storici delle Università di Napoli Federico II e di Salerno. Parte dal corpo di studi internazionali che si è misurato sui problemi della politicizzazione e del conflitto civile, della monarchia e della contro rivoluzione in Europa e in America, propedeutici alla definizione di una ricerca sulle forme di politicizzazione ottocentesche, del confronto tra Rivoluzione e Contro-Rivoluzione. Presenta ricerche in corsi sulla formazione dei progetti nazionali, la guerra e la mobilitazione popolare e intellettuale, attraverso la sua dimensione politica, culturale, ideologica.

 

Locandina

 

DiCoordinamento Dipsumdolls

Pablo Guadarrama

Nato a Cuba, Pablo Guadarrama è Dottore in Filosofia dell’Università “Carlos Marx” di Leipzig e Dottore in Scienze dell’Universidad Central ¨Marta Abreu¨ de Las Villas, Cuba. Membro dell’Academia de Ciencias di Cuba, Professore Emerito dell’Universidad Central “Marta Abreu” de Las Villas e Dottore Honoris Causa in Educazione in Perù.
È autore di innumerevoli libri sul pensiero filosofico latinoamericano, molti dei quali sono stati tradotti in diverse lingue, e si è dedicato a una prolifica attività di conferenziere tra America Latina, Stati Uniti, Spagna, Italia, Germania, Russia, Cina e Giappone. Attualmente è Professore della Maestría en Estudios Políticos Latinoamericanos de la Universidad Nacional de Colombia e della Maestría en Ciencia Política de la Universidad Católica de Colombia-Università degli Studi di Salerno.

Font Resize
Contrast