Rosanna Giudice

DiCoordinamento Dipsumdolls

Rosanna Giudice

Ha conseguito nel 2019 la laurea magistrale in Filologia moderna (LM-14), con votazione centodieci su centodieci e lode con menzione accademica, presso l’Università degli Studi di Salerno, con una tesi di ricerca in Storia dell’Ottocento dal titolo: La cospirazione borbonica: strategie e modalità di resistenza (1861-1863). Nel corso del 2018 ha superato gli esami relativi agli ambiti della didattica, pedagogia, psicologia e antropologia previsti nel Percorso 24 CFU.
Nello stesso anno ha fatto parte del comitato organizzatore del convegno Rivoluzioni e controrivoluzioni d’Italia (1796-1870) tenutosi all’Università degli Studi di Salerno e ha partecipato al Corso integrativo degli insegnamenti di storia contemporanea, Avviamento e metodologia dello studio della storia contemporanea. Ha ottenuto il riconoscimento “Unisa premia il merito” negli anni accademici 2017-2018 e 2018-2019. Attualmente è dottoranda di ricerca in Studi Storici presso il Dottorato in Studi Letterari, Linguistici e Storici dell’Università degli Studi di Salerno.

Presentazione della ricerca
Immagini, memorie e rappresentazioni del brigantaggio dall’Unità a oggi


Tutor
Carmine Pinto (Università degli Studi di Salerno)

Co-tutor
Giulio Tatasciore (Scuola Normale Superiore di Pisa) 

Descrizione del progetto

L’obiettivo generale del progetto consiste nel problematizzare i discorsi, le pratiche, gli oggetti relativi al tema del brigantaggio postunitario, adottando come spazio cronologico il periodo che va dall’unificazione nazionale a oggi, alla ricerca dei punti di frattura e di continuità, delle valutazioni storico-sociali e delle costruzioni culturali, delle manipolazioni politiche e delle utilizzazioni letterarie. Si potrà così contribuire alla comprensione dell’evoluzione dell’immagine dei briganti veicolatesi nel tempo, mostrarne la trasformazione visuale e il modo in cui esse sono partecipi della costruzione e circolazione di stereotipi che, oltre a coinvolgere il largo pubblico, investono l’ambito scientifico, letterario e politico. Il taglio metodologico del progetto di ricerca risponde a un questionario storiografico centrato essenzialmente sulle forme dell’immaginario sociale e del discorso letterario, mediatico e visuale relativi alla tematica del brigantaggio e alla figura del brigante meridionale. Di conseguenza l’approccio preliminare alle fonti sarà legato ai metodi tipici della storia culturale e della storia delle rappresentazioni, con una particolare attenzione, nel caso di studio, ai meccanismi di definizione delle identità sociali, letterarie e politiche in rapporto alla specifica memoria del brigantaggio postunitario.
La centralità assegnata dal progetto di ricerca alla comunicazione visuale relativa al brigantaggio impone l’utilizzo di fonti iconografiche. Immagini e forme della comunicazione visiva vengono studiate come elemento fondamentale per la costruzione e l’evoluzione dei contesti socio-culturali.
Il progetto, tuttavia, intende indagare anche il processo che in questi anni determinò la proliferazione di contrassegni visuali e materiali legati alle appartenenze politiche e patriottiche guardando agli oggetti rappresentativi di affetti e memorie spesso legate a personaggi-simbolo (sciarpe, fazzoletti, tabacchiere, spille, monili, orologi, soprammobili, piatti, tazze, carta da lettera e innumerevoli altre tipologie di oggetti di uso quotidiano) attraverso l’osservazione diretta di questi, raccolti e riproposti nel contesto di esposizioni e musei. Questi aspetti, con ogni evidenza, rimandano a una sfera altrettanto ampia di pratiche – sociali, criminali, mediatiche – che pure alimentano il questionario di ricerca.
Il nucleo di fonti, in una ricerca impostata nella maniera finora descritta, appare molto variegato e comprende almeno: romanzi, letteratura d’appendice, pubblicistica politica, sociale e scientifica, guide di viaggio a stampa, resoconti di viaggio, dipinti, litografie, carte da visita, fotografie, illustrazioni, oggetti di natura museale (abiti, armi etc.).

Info sull'autore

Coordinamento Dipsumdolls editor

Per pubblicare un commento, devi accedere

Font Resize
Contrast