Archivio

DiCoordinamento Dipsumdolls

21/06/19-PhD Focus Day

21 Giugno 2019, ore 10:00
Laboratorio Icaro del Centro ICT per i Beni Culturali

Seconda Edizione dell’evento PhD Focus Day, organizzato dall’ADI Salerno (Associazione Dottorandi e Dottori di Ricerca).

Obiettivo dell’evento sarà la presentazione della VIII Indagine su Dottorato e Post-Doc in Italia, da cui si trarranno spunti di riflessione e di discussione rispetto al dottorato di ricerca e le opportunità lavorative successive al conseguimento del titolo.

Verranno discusse, inoltre, le strategie intraprese dall’Ateneo salernitano in favore dei Dottorandi di ricerca e le iniziative per la valorizzazione del titolo di Dottore di ricerca sul territorio.

DiCoordinamento Dipsumdolls

11/06/2019-La Europa de 1820-De la Restauraciòn a la Revoluciòn

Escuela Española de Historia y Arqueología en Roma
Roma, Via di Sant’Eufemia 13


En 1820 el miedo a la revolución vuelve a recorrer Europa. Después de la proclamación de la Constitución de Cádiz en España, el fenómenos se extiende hacia el Mediterráneo (Nápoles y Cerdeña) y hacia el Atlántico (Portugal). Las potencias del Congreso de Viena se alarman y muchas de ellas se ven en la necesidad de tomar la iniciativa para retomar el control de la situación. Austria, Rusia, Francia, Inglaterra,… deberán plantearse el momento que vive Europa. ¿Estamos ante un nuevo ciclo revolucionario? ¿Hay que formular de nuevo la Restauración sobre nuevas bases? ¿Cuál es el futuro al que se enfrenta Europa? Y América, ¿ha llegado el momento definitivo de la emancipación? Todas estas cuestiones serán objeto de análisis y discusión en el coloquio La Europa de 1820. De la Restauración a la Revolución.

Mañana
9:00
Presentación
José Ramón Urquijo (Consejo Superior de Investigaciones Científicas)
Carmine Pinto (Università di Salerno)
Pedro Rújula (Universidad de Zaragoza)

9:30
Presidencia: José Ramón Urquijo
Luigi Mascilli Migliorini  (Università degli Studi di Napoli «L’Orientale»)
Tra le rovine. Paesaggi rivoluzionari della Restaurazione
Antonino de Francesco (Università degli Studi di Milano)
Aspettando la rivoluzione. Leggere del 1820 nella Milano della Restaurazione (1820-21)

11:30
Presidencia: Pedro Rújula
Gian Luca Fruci (Università di Pisa)
L’(adu)nazione elettorale napoletana del 1820
Carmine Pinto (Università di Salerno)
La rivoluzione militare. Gli ammutinamenti del 1820-1821


Tarde
15:30
Presidencia: Carmine Pinto
Pedro Rújula (Universidad de Zaragoza)
1820, el rearme de la contrarrevolución
Javier Ramón Solans (Universidad de Zaragoza)
Entre Roma, el rey y la constitución. Las fidelidades del clero español en el Trienio liberal
Jean Philippe Luis (Université Clermont Aubergne)
Entre Restauración y revolución: la renovación de las élites del comercio internacional en el imperio español

17:30
Conclusiones


Locandina & Programma

DiCoordinamento Dipsumdolls

29/05/19-L’amore al tempo della guerra

Si può raccontare la storia del Novecento esaminando le lettere che si scambiavano due giovani innamorati? Si può disegnare una storia dei sentimenti riempiendo, così, di colore il passato e i suoi avvenimenti?


Campus di Fisciano (SA), DIPSUM, Edificio D3, Sala Biblioteca, Terzo piano, ore 10:30

La storia può essere raccontata facendo rivivere donne e uomini in carne e ossa. Come diceva Marc Bloch, lo storico è, in fondo, come l’orco delle favole che sente l’odore della carne umana. Perciò, mercoledì 29 maggio, dalle ore 10:30, nella Sala Biblioteca del DIPSUM (edificio D3, terzo piano), alternando all’intervento di professori della nostra Università (Rosa Maria Grillo, Maria Rosaria Pelizzari, Alfonso Tortora) un  reading di lettere (lette da Mariano Ciarletta e Annamaria De Simone), si parlerà di sentimenti, famiglia, vita quotidiana, desiderio di pace  attraverso una  fonte preziosa che viene esplorata all’interno del contesto sociale e culturale di un periodo difficile della storia italiana. L’occasione è data dalla presentazione del libro di Vincenzo Aversano “E così ti assicuro di me. Lettere di guerra e d’innocenza”, il libro è dedicato dall’Autore ai suoi genitori. Attraverso oltre 800 lettere, scritte dal padre e dalla madre del prof. Aversano, in gran parte tra, il 1931 e il 1943,  si   possono intravedere i grandi mutamenti storici e sociali che hanno contribuito, anche, alla nascita di una nuova cultura della sensibilità. Per cornice la civiltà rurale e la dolce-verde collina di Coperchia, paesino a ridosso di Salerno, da cui si irradia questo flusso cartaceo, incrociando angoli strategici del Mediterraneo italiano (La Spezia, Taranto, Napoli, Trieste-Istria) e africano (Tangeri, Tobruk, Bengasi).  Organizzano l’incontro l’OGEPO (Osservatorio interdipartimentale per gli studi di Genere e le Pari Opportunità), il CUG-UNISA  e la Cattedra di Storia Moderna del Corso di Laurea in Lettere – DIPSUM

DiCoordinamento Dipsumdolls

15-16/05/2019-La pasta e l’uomo

15-05-19, Aula Imbucci, 10.30
16-05-19, Osservatorio dell’Appennino Meridionale, 09.30

La pasta e l’uomo, una storia di tradizione e innovazione

Comitato scientifico
Stefano d’Atri, Università di Salerno
Manuela Militi, Università La Sapienza – Roma
Libero Sesti Osséo, Università di Salerno


Locandina


Programma

DiCoordinamento Dipsumdolls

16/05/19-FilmIdea-incontro con Ivan Cotroneo

Aula Imbucci, 09.00

A colloquio con Ivan Cotroneo, autore, sceneggiatore e regista


Locandina

DiCoordinamento Dipsumdolls

20-21/03/19-Forme e pratiche di mobilitazione e violenza politica nell’Ottocento

Dottorato di Studi Letterari, Linguistici e Storici, Università degli Studi di Salerno
Dottorato in Storia, Archeologia, Storia delle arti Università di Napoli Federico II
Seminario di ricerche storiografiche


20 marzo, Napoli, BRAU

Dopo la rivoluzione. Le origini del discorso legittimista nel regno delle Due Sicilie
Marco Meriggi

Lo “spazio” borbonico. Una prospettiva storiografica
Carmine Pinto, Università degli Studi di Salerno

Politica rurale”, reti cospirative e repressione nelle Calabrie 1840-1846
Antonio Buttiglione, Istituto di Studi Storici,

21 marzo, Salerno, Aula Giuseppe Imbucci

Governare attraverso la polizia. Modelli e pratiche tra la restaurazione e l’unificazione nazionale

Laura di Fiore

La rivoluzione del 1848 a Napoli. L’immaginario politico radicale
Viviana Mellone

L’invenzione di un mito. Pontelandolfo e Casalduni, 1861-2019
Silvia Sonetti, Università degli Studi di Salerno


Il seminario è organizzato in forma congiunta dai programmi di dottorato storici delle Università di Napoli Federico II e di Salerno. Parte dal corpo di studi internazionali che si è misurato sui problemi della politicizzazione e del conflitto civile, della monarchia e della contro rivoluzione in Europa e in America, propedeutici alla definizione di una ricerca sulle forme di politicizzazione ottocentesche, del confronto tra Rivoluzione e Contro-Rivoluzione. Presenta ricerche in corsi sulla formazione dei progetti nazionali, la guerra e la mobilitazione popolare e intellettuale, attraverso la sua dimensione politica, culturale, ideologica.

Locandina
DiCoordinamento Dipsumdolls

14/03/19-Ciclo lezioni “Dall’uso alla grammatica”

10.30-12.30
Biblioteca di Studi Letterari e Linguistici, Edificio D3, 3°piano


E. Calaresu
Università di Modena e Reggio Emilia

Strategie dialogiche per riattivare conoscenze condivise e introdurre un nuovo topic: il caso esemplare di «(hai) presente X?» e «sai X?»
In questa relazione cercherò di fornire uno schizzo sui diversi percorsi conversazionali di due espressioni interrogative (“(hai) presente X?” e “Sai X?”) che mi paiono ben esemplificare il passaggio, nei dialoghi naturali,  da domande vere a pseudo-domande introduttrici di Topic, da una parte, e a veri e propri segnali discorsivi incidentali di tipo fàtico, dall’altra. Mi concentrerò in particolare sulle loro funzione di introduttori di Topic cercando di evidenziare non solo le dinamiche dialogiche sottese a molte costruzioni Topic-Comment (co-costruzione e grammatica emergente), ma anche la necessità di ripensare la nozione stessa di Topic nel parlato dialogico (in particolare, i rapporti tra Topic e referenza) e la forse troppo semplicistica distinzione corrente tra “Topic di frase” (Sentence-Topic) e “Topic di discorso” (Discourse-Topic).


14.00-10.30
Biblioteca di Studi Letterari e Linguistici, Edificio D3, 3°piano


Maria Elena Favilla
Dipartimento di Educazione e Scienze Umane, Università di Modena e Reggio Emilia

Ripetizioni e risonanza nelle discussioni in classe
La relazione sarà dedicata ad analizzare le ripetizioni nelle discussioni in classe e in altre conversazioni tra bambini della scuola primaria e i loro insegnanti, con l’obiettivo di discutere alcuni primi dati sulla presenza e sul ruolo delle ripetizioni nelle conversazioni dei bambini e di indagare le relazioni tra la ripetizione e fattori cognitivi e psicolinguistici (tra cui, in particolare, il cosiddetto effetto priming) che possono facilitare la ripetizione e, dunque, determinare o condizionare questo tipo di correlato funzionale. La ripetizione sarà considerata nella prospettiva della sintassi dialogica di Du Bois, come quel meccanismo che genera “risonanza dialogica” tra gli enunciati prodotti in un’interazione e permette di attivare affinità tra gli enunciati e di legarli tra loro “attraverso dimensioni multiple di forma linguistica e significato” (Du Bois 2014).

 


Le lezioni esplorano le potenzialità di un approccio integrato all’emergere della grammatica, di stampo costruzionista, che sfrutti dati provenienti da ambiti di studio e campi di indagine differenti, come la linguistica dei corpora, lo studio del parlato e la tipologia. Le lezioni verteranno su aspetti sia teorici che metodologici.

Locandina 2019

DiCoordinamento Dipsumdolls

14/03/19-La politica e il futuro. Retoriche della guerra fredda

11.00, Sala Seminari Dottorali


Interventi
Giovanni Maria Ceci
Università Roma III

Lorenzo Benadusi
Università Roma III

Responsabile
Luca Polese Remaggi

Organizzazione
Francesco Cacciatore
Vincenzo Pedace


Questo seminario si concentra sul dibattito su politica e futuro nel contesto della guerra fredda. Grandi assunti ideologici sono stati presenti nella conversazione globale dal dopoguerra all’inizio degli anni Novanta sulla storia e sulle sue direzioni. Concetti come la fine della storia sono esplorati al crocevia di diverse discipline: semantica della storia, politologia e filosofia della storia.

Locandina

Font Resize
Contrast