Studi storici

DiCoordinamento Dipsumdolls

10/12/19-Eroi criminali. Giustizia e comunicazione politica a Napoli nel XVIII secolo

Durante la prima età moderna (all’incirca 1550-1800), il regno di Napoli è stato un centro di una densa rete di relazioni tra Nord e Sud dell’Europa, Nord e Sud del Mediterraneo, Africa, Asia e oltre. La presenza di mercanti, consoli, diplomatici, spie e schiavi favorì la diffusione di false notizie, di leggende e stereotipi culturali. Questa lezione si concentra su documenti manoscritti e racconti a stampa di tre famosi processi che si svolsero nel 1760. Essi hanno avuto le loro basi nell’invenzione di false identità e nemici politici immaginati, in modo particolare dall’autunno 1763 all’estate 1764, quando una grande carestia e una successiva epidemia colpirono gravemente la popolazione. Questi eventi si sono tradotti in un campo di incontro, dove i sentimenti della gente comune potevano interagire con quelli dell’élite sociale, stimolando idee, desideri, gossip, invenzioni e forme di dissimulazione…

Interventi
Pasquale Palmieri

Responsabile
Silvana D’Alessio

DiCoordinamento Dipsumdolls

19-21/09/19-Convegno Internazionale dell’Associazione ESTIDIA

5th ESTIDIA Conference – Hybrid Dialogues: Transcending Binary Thinking and Moving Away from Societal Polarizations

19 September 2019 (Pre-Conference Workshops)
20-21 September 2019 (Conference)

University of Naples ‘L’Orientale’, Naples (Italy)


La 5a conferenza ESTIDIA è organizzata insieme al Centro di ricerca interuniversitaria I-LanD e ospitata dall’Università di Napoli “L’Orientale”, la più antica scuola di sinologia e studi orientali in Europa, con una forte tradizione linguistica, culturale e sociale. La conferenza accoglie una vasta gamma di approcci tematici e disciplinari. Il tema di quest’anno è ispirato dai rischi e dalle sfide poste dal crescente uso di forme di aggressione verbale, sia online che offline, che spostano costantemente i confini tra le forme di comunicazione tradizionalmente dicotomiche e il loro valore performativo sulla mentalità delle persone.
Dato il carattere interdisciplinare del convegno, i dottorandi del DOLLS possono trovarvi spunti per le loro ricerche, con particolare riguardo alle attività previste per la giornata del 19 settembre, dedicata a workshop metodologici (http://www.unior.it/ricerca/18785/3/pre-conference-workshops.html).

Gli interessati possono inviare una mail al Comitato Organizzativo (estidia2019@gmail.com), richiedendo l’iscrizione a uno dei workshop.

Informazioni

DiCoordinamento Dipsumdolls

23-27/09/19″L’Impresa Culturale nel Mediterraneo”

Sono aperte le iscrizioni alla XIV Edizione della Summer School “L’Impresa Culturale nel Mediterraneo” in programma dal 23 al 27 settembre 2019 presso la Scuola di Alta Formazione dell’Università di Napoli “L’Orientale” Conservatorio delle Orfane – Terra Murata di Procida.

Il tema scelto per questo anno è “A Oriente. Breviario di un altro Mediterraneo”
La partecipazione alla scuola è gratuita.
Bando: http://www.aiigcampania.org/…/uplo…/2019/07/BANDO2019def.pdf

Procida Summer School-XIV Edizione
summerprocida@gmail.com
Facebook: L’Impresa Culturale nel Mediterraneo – Procida Summer School
Instagram: @aion.storia

DiCoordinamento Dipsumdolls

18/11/2019-Il genere nella ricerca. Dalla Women’s History ai Gender Studies in prospettiva globale

10.30-13.30
Sala Paparelli Placanica

L’incontro si articola in due parti:
1) Introduzione al tema “Il genere nella ricerca. Dalla Women’s History ai Gender Studies in prospettiva globale”. Ci si soffermerà in particolare su uno specifico argomento: “Modelli sessuali e identità di genere: un percorso storico tra linguaggi, diritti e culture” .
2) Laboratorio (con l’attiva partecipazione dei dottorandi e delle dottorande) sul seguente case study: “La costruzione del ‘racconto’ della violenza domestica attraverso gli Atti dei processi del Tribunale Penale di Napoli nella prima metà del XX secolo”.

Locandina

Docente
Maria Rosaria Pelizzari

Responsabile
Silvia Siniscalchi

DiCoordinamento Dipsumdolls

26-27/09/19-“Sotto gli occhi dell’occidente”: Conrad e l’immaginazione geopolitica

Università degli Studi di Salerno, Campus di Fisciano-Dipartimento di Studi Umanistici, Aula Gabriele De Rosa, Edificio D2

Locandina

Depliant

26 SETTEMBRE 2019

09:00
Saluto della Direttrice del Dipartimento di Studi Umanistici
Rosa Maria Grillo

09:15
Richard Ambrosini, Marina Lops
Introduzione

9.45-10.45
Presiede Fausto Ciompi

Richard Ambrosini
Università Roma Tre
Romanzi “politici” o “geopolitici”? Un’ipotesi interpretativa

Lucio Caracciolo
Direttore di Limes. Rivista italiana di geopolitica
Dalla Greater Britain alla Global Britain: idea d’impero e inglesità

11.00 –  Pausa caffè

11.15-12.45
Presiede Marina Lops

Enrico Riccardo Orlando
Università Ca’ Foscari, Venezia
Omettere o tradurre? Appunti sulla prima ricezione italiana di Nostromo

Daniel Russo
Università dell’Insubria, Varese
Dinamiche sociolinguistiche dell’arcipelago malese nei racconti conradiani

Paola Di Gennaro
Università Suor Orsola Benincasa, Napoli
Ironia e altre tecniche di oscuramento da Joseph Conrad a Graham Greene

13.00Pausa Pranzo

14.45-15.45
Presiede Richard Ambrosini

Giampiero Moretti
Università di Napoli “L’Orientale”
Weltliteratur e Weltpolitik: alcune riflessioni

Conversazione con l’ambasciatore Cosimo Risi
La geopolitica nelle relazioni internazionali

16:00 – Pausa Caffè

16.30-17.15
Presiede Riccardo Capoferro

Gabriele Guerra
Università di Roma “La Sapienza”
Viva l’Equatore, abbasso i Poli!
Il romanzo Imperium di Christian Kracht e l’utopia della vita libera intorno al 1900

Joanna Mstowska
Università Kujawy e Pomorze, Bydgoszcz, Polonia
Un theatrum mundi coloniale in Heart of Darkness di Joseph Conrad e Il giovane maronita di Alessandro Spina

20:30 – Cena sociale


27 SETTEMBRE 2019

09:30-10:30
Presiede Maria Teresa Chialant

Giovanni Bottiroli
Università di Bergamo
Identità e sosia parodici: alcune riflessioni su Under Western Eyes

Carlo Pagetti
Università di Milano
“Where to?”: la banalità del male

10:45 – Pausa Caffè

11:00-12:45
Presiede Tania Zulli

Riccardo Capoferro
Università di Roma “La Sapienza”
“A large shining map”: una lettura geopolitica degli spazi conradiani

Giuliana Bendelli
Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano
L’Intoccabile diJohn Banville: un cuore di tenebra “sotto” gli occhi dell’Occidente

Saverio Tomaiuolo (Università di Cassino)
Il terrorismo tra delitto e castigo: Con gli occhi dell’occidente sugli schermi italiani

Fine dei lavori


Comitato Scientifico
Richard Ambrosini, Riccardo Capoferro, Fausto Ciompi, Marina Lops, Tania Zulli

Comitato Organizzatore
Marina Lops, Gerardo Salvati, Monica Manzolillo

Scarica il programma

DiCoordinamento Dipsumdolls

23-25/10/19-1820. Rivoluzione globale

1820-21. Rivoluzione globale
Seminario di ricerche in corso

Salerno-Napoli, 23- 25 ottobre 2019

Università degli Studi di Napoli Federico II
Dipartimento di Studi umanistici
Dottorato in Storia, Archeologia, Storia delle arti

Università degli Studi di Salerno
Dipartimento di Studi Umanistici
Dottorato di Studi Letterari, Linguistici e Storici
Centro interdipartimentale per lo studio dei conflitti

Società Napoletana di Storia Patria

Istituto per la Storia del Risorgimento italiano Comitato di Napoli



Locandina

La vicinanza del Bicentenario della rivoluzione liberale di Cadice e di Napoli (1820) e dell’estensione della crisi all’Atlantico e al Mediterraneo, è utile per un primo bilancio sulle ricerche in corso e sulle prospettive storiografiche. Si trattò di una crisi globale, che svolse un ruolo di primo piano nelle origini del mondo contemporaneo. Le nuove domande della storiografia politica, istituzionale e culturale aprono uno spazio proficuo ai fini dell’innovazione della ricerca su questo periodo, obiettivo principale di questo seminario aperto.

Programma

23/10/19
Biblioteca Studi letterari e linguistici (Edificio D3, terzo piano) Università di Salerno
14:00-18:00
Prima sessione

24/10/19
Biblioteca Studi letterari e linguistici (Edificio D3, terzo piano), Università di Salerno
09:00-18:00
Seconda sessione

25/10/19
Università degli Studi di Napoli Federico II
09:00-13:00
Conclusioni

DiCoordinamento Dipsumdolls

24/10/19-La notion de littérature publique

10.30-12.30
Edificio D, Aula 4

Locandina

Il seminario riflette sulla nozione di “letteratura pubblica” sulla base degli studi sulla stampa e di quelli di genere e a partire da un corpus che comprende testi di Balzac, Maupassant e Zola.La metafora della “prostituzione letteraria”, molto utilizzata da critici ed autori del XIX secolo, permette di mettere in scena lo scrittore alle prese con i processi di commercializzazione e di democratizzazione della sua opera.
Lo scrittore prostituito, al soldo del direttore del giornale, perde la sua autorità; la prostituta, invece, accede a nuovi territori in cui esercita un potere assoluto e diviene figura metapoetica, il doppio di uno scrittore che spera di acquisire un pubblico sempre più vasto.


RELATORE
Eléonore Reverzy*


Eléonore Reverzy

*È professoressa di Letteratura francese a Paris 3 – Sorbonne nouvelle (Parigi).
I suoi ambiti di studio sono la letteratura francese del XIX sec., in particolare il romanzo, le relazioni tra letteratura e politica, il posto della letteratura nei discorsi sociali.
Ha scritto numerosi saggi dedicati a Zola, ai Goncourt, a Huysmans, a Sand.
Tra i suoi libri: La Mort d’Éros. La mésalliance dans le roman français du second XIXe siècle, SEDES, 1997; La Chair de l’idée. Poétique de l’allégorie dans Les Rougon-Macquart, Droz 2007 ; Portrait de l’artiste en fille de joie. La Littérature publique, CNRS, 2016.

DiCoordinamento Dipsumdolls

29/10/19-Italiani nelle altre Americhe

Emigranti cilentani e meridionali in Venezuela, Colombia, Centroamerica e Caraibi.
Convegno internazionale di studi interdisciplinari

Ore 10.00-18.00
Aula Imbucci


Locandina

Il convegno nasce con la finalità di riflettere sui temi che riguardano il fenomeno migratorio che ha interessato l’Italia meridionale a partire dall’ultimo ventennio del XIX secolo in direzione di specifiche aree dell’America Latina.
La tematica scelta sarà analizzata da una prospettiva sia storica che letteraria così da inquadrare il fenomeno in maniera più ampia, cogliendone i diversi nuclei interpretativi che lo definiscono.

Saluti

Rosa Maria Grillo
Direttrice Dipartimento Studi Umanistici
Carmine Pinto
Coordinatore Dottorato Studi letterari, linguistici e storici
Salvo Iavarone
Presidente Asmef (Associazione Mezzogiorno Futuro)
Vincenzo Napoli
Sindaco di Salerno

Prima Sessione

Vittorio Cappelli
Centro di Ricerca sulle Migrazioni -Università della Calabria
Sebastiano Martelli
Università degli Studi di Salerno
Emilio Franzina
Università di Verona
Raissa Pergola
Università degli Studi di Salerno

Seconda Sessione

Martino Marazzi
Università di Milano
Michele Cartusciello
Genealogista – Museo del Cognome
Pietro Cavallo
Università degli Studi di Salerno
Emilio Giordano
Università degli Studi di Salerno

Discussant
Toni Ricciardi Université de Genève

The conference was born with the aim of reflecting on the issues concerning the migratory phenomenon that affected southhern Italy from the last twenty years of the XIXth century toward specific areas of Latin America.
The chosen theme will be analysed from a perspective both historical and literary in order to frame the phenomenon more widely, gaining the different interpretative bases that define it.

In foto
Puerto Colombia-Barranquilla (Colombia)

DiCoordinamento Dipsumdolls

05/11/19-FILMIDEA-Incontro con Simona Colarizi

5 novembre 2019
Ore 10.30 Aula “Imbucci”

XVI edizione di FILMIDEA
Giornate di studio su Storia, Cinema, Musica e TV

Un paese in movimento
L’Italia negli anni Sessanta e Settanta

Incontro con Simona Colarizi


Locandina
DiCoordinamento Dipsumdolls

7/11/19-Religiosi nelle milizie del re. Politica, religione e guerra nell’Europa moderna

Ore 15.00
Aula Imbucci


Locandina

Incentrato sulla presentazione del volume “Religiosi nelle milizie del re”, a cura di Elisa Novi Chavarria, numero monografico di “Dimensioni e problemi della ricerca storica” (n. 1-2018), il seminario propone un’analisi storica e storiografica del rapporto tra religione e milizia nell’età moderna, alla luce delle riflessioni sull’intreccio tra Ragion di Stato e Ragion di Chiesa, tra gli obiettivi di governo delle autorità civili e le esigenze di disciplinamento delle istituzioni ecclesiastiche. Le scelte politiche si sostanziano di ideologie che evocano la “guerra giusta” e la legittimazione dell’uso delle armi ai fini della conservazione dell’ordine pubblico e della difesa della fede, ideologie che giustificano la violenza nell’ottica della morale cristiana. Queste questioni chiamano in causa il ruolo dei religiosi come teologi, ma anche come “soldati di Cristo”, direttamente partecipi delle imprese belliche condotte per l’arginamento dell’eresia o la lotta agli infedeli. La convergenza su obiettivi comuni rivela il protagonismo di Ordini religiosi, di singoli uomini di Chiesa, di importanti lignaggi italiani e stranieri nell’elaborazione delle strategie politiche, diplomatiche e militari dell’Europa della prima età moderna, fortemente dominata dall’universalismo della Monarchia spagnola.


Introduce
Maria Anna Noto
Università di Salerno

Coordina
Aurelio Musi
Università di Salerno

Intervengono
Cinzia Cremonini
Università Cattolica di Milano

Elena Riva
Università Cattolica di Milano

Giuseppe Cirillo
Università della Campania “L. Vanvitelli”

Conclude
Elisa Novi Chavarria
Università del Molise

Font Resize
Contrast